I benefici dell'olio d'oliva nella dieta mediterranea

Finalmente raggiunto un Consensus sui benefici dell’Olio d’Oliva e della Dieta Mediterranea per la salute Roma, 11 Aprile 1997 - 17 Opinion Leader Europei in nutrizione, cardiologia, farmacologia e salute pubblica hanno raggiunto un accordo, all’International Consensus Conference tenutasi a Roma l’11 Aprile scorso nella sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche, su come la Dieta Mediterranea, con l’olio d’oliva come principale fonte di grassi, comporti dei benefici per la salute ed abbia un ruolo importante nella prevenzione della cardiopatie coronariche. Sono giunti così alla conclusione che una dieta di tipo mediterraneo (comprendente cereali, verdura, poco sale e olio d’oliva come fonte di grassi), gioca un ruolo importante nella prevenzione primaria e secondaria dai fattori di rischio cardiovascolari, delle cardiopatie coronariche e di altre patologie quali l’obesità, il diabete ed alcuni tipi di cancro. Studi su popolazioni degli Stati Uniti e dell’Europa hanno dimostrato che diete ricche di acidi grassi saturi, come quelle comunemente adottate nel Nord Europa, aumentano i livelli dell’LDL e di conseguenza i rischi di cardiopatie coronariche. Una dieta di tipo mediterraneo invece, abbassa i livelli dell’LDL, mantenendo alti i livelli dell’HDL. Questo tipo di dieta, adottata tradizionalmente nel Sud Europa, è ricca in carboidrati complessi e fibre e la principale fonte di grassi, l’olio d’oliva, ha un alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi e sostanze antiossidanti. Ulteriori dati epidemiologici dimostrano che una dieta di tipo mediterraneo abbassa l’incidenza di cancro al colon e ha effetti benefici che potrebbero abbassare il rischio di diabete e prevenire l’obesità. I membri del Consensus hanno raccolto le loro raccomandazioni in un Consensus Statement. Questo sarà alla base dei programmi che verranno adottati in ogni Paese Europeo, per promuovere la dieta di tipo mediterraneo quale dieta salutare con un importante ruolo di prevenzione per molte malattie. Le raccomandazioni comprendono: Conservare la dieta di tipo mediterraneo, contenente olio d’oliva come principale fonte di grassi, nei paesi in cui è già praticata o che l’hanno recentemente adottata. Promuovere la Dieta Mediterranea tradizionale e i suoi principi nei paesi del Nord Europa. Incoraggiare i fornitori e confezionatori di cibi affinchè adottino nutrienti salutari, come l’olio d’oliva ricco in acidi grassi monoinsaturi (MUFA). Modificare le normative alimentari nazionali ed internazionali affinchè venga adottata una dieta di tipo mediterraneo.
Membri del Consensus:

* Prof. G. Assmann Istituto per la Ricerca sull’Arteriosclerosi, Münster, Germany
* Prof. S. Bagnara Istituto di Psicologia, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Roma, Italia
* Prof. J. Betteridge Dipartimento di Mernella dieta mediterdicina, Istituto Thorn, Ospedale di Middlesex, UK
* Prof. G. Crepaldi Istituto di Medicina Interna, Università di Padova, Italia Prof. G. De Backer Dipartimento di Salute Pubblica Ziekenhuis, Ghent, Belgio
* Prof. A.Fernandez-Cruz Istituto di Medicina Interna, Ospedale San Carlo, Madrid, Spagna
* Prof. J. Godtfredsen Dipartimento di Cardiologia, Ospedale di Herlev, Danimarca
* Prof. B. Jacotot Dipartimento di Medicina Interna, INSERM, Creteil, Francia
* Dr. P. Marckmann Dipartimento di Nutrizione Umana, Copenhagen, Danimarca
* Prof. R. Paoletti Istituto di Scienze Farmacologiche, Università di Milano, Italia
* Prof. S. Renaud Dipartimento di Ricerca, INSERM, Bordeaux, Francia Prof. G. Ricci Istituto di Terapia Medica Sistematica, Università La Sapienza, Roma, Italia
* Prof. E. Rocha Dipartimento di Cardiologia, Università di Lisbona, Portogallo
* Dr. E. Trautwein Istituto di Nutrizione Umana e Scienze Alimentari, Università di Kiel, Germania
* Prof. G.C. Urbinati Istituto di Terapia Medica Sistematica, Università La Sapienza, Roma, Italia
* Prof. G. Varela Dipartimento di Nutrizione e Bromatologia, Università Complutense, Madrid, Spagna
* Prof. C. Williams Dipartimento di Scienze Alimentari e Tecnologia, Università di Reading, UK

15/04/2009

 

indietro

News

Presentazione del libro L'OLIVO E LA SABINA - 23 novembre 2017 a Rieti

Presentazione del libro L'OLIVO E LA SABINA - 23 novembre 2017 a Rieti

Sabina DOP: si prospetta una campagna olearia a 5 stelle

Sabina DOP: si prospetta una campagna olearia a 5 stelle

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Socio AICIG

Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche

Il Consorzio Sabina Dop è socio dell'Aicig - Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche

Approfondimenti

OLIO E SALUTE

Olio d’Oliva, Dieta Mediterranea e Disturbi Cognit

Dieta Mediterranea e Olio d’Oliva contro il diabet

Più olio d’oliva, meno fame

Olio extravergine d’oliva: elisir di lunga vita

L’Olio di Oliva e la salute in tutte le età

STORIA DELLA SABINA

Numa Pompilio

Romolo, il primo re di Roma di origini Sabine

Storia della Sabina

La gens Sabina

Cures la capitale dei Sabini

 

© 2017 Consorzio Sabina Dop - c.f. 90021470571
Il sito è implementato con il sostegno di
Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) - Psr Lazio 2007-2013